CAMBIO CINGHIE MOTORI TESTASTRETTA EVO

Questa immagine di un motore Testastretta, rende l'idea di dove si dovrà andare ad operare per effettuare il cambio cinghie. La guida si riferisce a tutti i motori Testastretta EVO (821 - 848 - 939 - 1098 - 1198 di tutte le serie ed anni). Nella guida troverete indicato di marcare le cinghie per il loro montaggio in sicurezza. Può sembrare una operazione superflua ma, specie se si è alle prime armi, applicatela. Darà maggiore sicurezza e semplificherà non poco il lavoro nel caso si utilizzi una fase motore diversa dalla standard.

Cinghie TS EVO 15

La prima operazione sarà lo smontaggio delle candele e del coperchio ispezione fase del carter lato accensione, per poter quindi calettare sull'albero motore un attrezzo ruota albero ed eventualmente un cerchio goniometrico (non essenziale, comunque), che può anche utile successivamente per il tensionamento cinghie.
Questo perchè sarà necessario ruotare l'albero motore (e conseguentemente le pulegge distribuzione) per far collimare alcuni riferimenti-guida che si trovano sia sulle pulegge che sul motore.

Se proprio siete sprovvisti sia di attrezzo ruota albero come anche di cerchio goniometrico non disperate! Sarà possibile ruotare l'albero motore inserendo la sesta marcia e ruotando opportunamente la ruota posteriore.

Le procedure da attuare per il cambio cinghie saranno, di massima:

  • Collimare riferimenti;
  • Allentare e smontare i galoppini mobili;
  • Smontaggio cinghia cilindro orizzontale con verifica riferimenti;
  • Smontaggio cinghia cilindro verticale con verifica riferimenti
  • Montaggio cinghia verticale con verifica riferimenti;
  • Montaggio cinghia orizzontale con verifica riferimenti;
  • Verifica generale collimazione riferimenti;
  • Regolazione tensione cinghie.

Il primo passaggio utile è la collimazione del riferimento bulinato sulla puleggia conduttrice con il riferimento fisso sul carter (C). In questa posizione il motore si trova con il pistone orizzontale al PMS nella fase di compressione.

Cinghie TS EVO 13

Ora sarà utile prendere alcuni riferimenti, sia sulle cinghie vecchie che sul motore, utilizzando un pennarello indelebile. Prendete come riferimento le zone di accoppiamento coperchio punterie/testata di ciscun cilindro, nella zona dietro alle pulegge ed il dente di cinghia che si trova nelle immediate vicinanze. Oltre a segnare con un pennarello queste posizioni, vi consiglio di fare delle foto dell'esatta posizione delle pulegge in modo da poterla ripristinare correttamente in caso si muovano.

CILINDRO ORIZZONTALE

Questa è la posizione in cui troverete le pulegge del cilindro orizzontale con il riferimeno della puleggia conduttrice a segno sul carter motore. Essendo il pistone al PMS in fase di scoppio, le due camme saranno libere da impuntamenti dati dai bilancieri. Segnate la posizione della cinghia/pulegge, fate la foto e verificate che i denti cinghia (estremi compresi) che impegnano le pulegge siano 20.

Cinghie TS EVO 14

CILINDRO VERTICALE

Questa è la posizione in cui troverete le pulegge del cilindro verticale con il riferimeno della puleggia conduttrice a segno sul carter motore. NON essendo il pistone al PMS in fase di scoppio, la camma di aspirazione risulterà puntata sul bilanciere di chiusura e quindi, una volta liberata dalla cinghia tenderà a ruotare. Se avete preso a modo i segni/rifermenti, sarà possibile ripristinarne la posizione senza problemi, altrimenti per andare super-sicuri vi consiglio di prendere un attrezzo ferma camma. O lo fabbricate da voi, come descritto in questa paginetta LINK oppure se ne trovano diversi on-line per pochi Euro di spesa e vi permetteranno di andare veramente sicuri sull'esecuzione del lavoro. Anche in questo caso, segnate la posizione della cinghia/pulegge, fate la foto e verificate che i denti cinghia (estremi compresi) che impegnano le pulegge siano 20.

Cinghie TS EVO 11

Ecco un esempio di attrezzo ferma puleggia posizionato sull'aspirazione del cilindro verticale. Serve solo un attrezzo ferma pulegge, le altre tre non sono puntate sul relativo bilanciere.

Cinghie TS EVO 17

Con una chiave da 12 mm. procedete a smontare il dado di ritegno e quindi il galoppino mobile del cilindro orizzontale. Sarà quindi possibile sfilare la vecchia cinghia distribuzione. Procedete in modo analogo sul cilindro verticale. Nel caso stiate procedendo solo ad un controllo valvole o altro intervento che non implichi il cambio delle cinghie, prima di smontarle, segnate sopra queste se si tratta della cinghia del cilindro orizzontale e/o verticale.

Cinghie TS EVO 9

Iniziate con il posizionare la cinghia del cilindro verticale. Rispettate i riferimenti ed il numero dei denti che avete preso prima di smontare le cinghie. Ingrassate la filettatura del perno filettato e rimontate il galoppino mobile e tensionate leggermente la cinghia. Ora potete eventualmente smontare la piastrina ferma puleggia. Quindi si procede al montaggio della cinghia del cilindro orizzontale seguendo una procedura analoga a quella del cilindro verticale.

Con il riferimento bulinato sulla puleggia conduttrice collimato con il riferimento fisso sul carter, verificate nuovamente i numeri dei denti impegnati fra i vari riferimenti del motore che avete messo prima di smontare le vecchie cinghie. Verificato con cura il numero denti, fate fare all'albero motore almeno due giri - agendo sull'attrezzo ruota albero - ruotando molto lentamente l'albero motore e verificando che non ci siano assolutamente impuntamenti o rumori anomali. Nel caso, tornate indietro con la rotazione fino al punto di partenza e verificate con cura tutti i riferimenti. Se tutto è in ordine, si dovrà procedere al tensionamento delle cinghie al valore corretto e fermare il dado di ritegno del galoppino mobile tirandolo a 26 NM.

TOP

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookies Policy.