MOTORE

Il controllo del gioco valvole dei motori Desmoquattro normalmente viene effettuato al tagliando dei 10.000, la loro regolazione è invece prevista al raggiungimento dei 20.000. Non sono regole fisse, specialmente al primo step dei 10.000 risulterà necessario regolare il gioco, cosa dovuta all'assestamento di tutte le componenti meccaniche della testa. Effettuate il controllo e/o la registrazione del gioco valvole prima di procedere alla eventuale sostituzione delle cinghie distribuzione, in modo da poter poi rifare la fase meccanica del motore (quando e se necessario) in modo più preciso.

Prima di lavorare sulla distribuzione, si dovrà liberare tutta la zona di lavoro dalle sovrastrutture che ne renderebbero difficoltosa e/o impossibile la cosa: serbatoio, eventuali carene, radiatore acqua (e quindi svuotare l'impianto di raffreddamento), ecc.. Un paio di cose ovvie ma non troppo prima di iniziare: smontate le candele e lavorate a motore freddo!! Sui Desmoquattro montati sulle serie Monster e ST tutto sommato ci si riesce a lavorare decentemente... sulle SBK (748-916-996) - non spaventatevi - ma per la testa verticale, lato scarico, sarà quasi impossibile arrivare a lavorare sui registri per una loro sostituzione. Non nascondo che la soluzione migliore sia quella di smontare la testata e lavorarci sul banco. Ecco qui un pratico esploso che illustra chiaramente i vari tappi e coperchi che andranno rimossi durante le operazioni di controllo e regolazione del gioco valvole dei motori Desmoquattro (cliccate sull'immagine per vederla ingrandita).

  1. Albero a cammes;
  2. Coperchio valvole;
  3. Coperchio centrale;
  4. Cappellotto albero a cammes;
  5. Cappellotto lato distribuzione.

Come già anticipato e dovendo smontare le cinghie, prendete anche qui i riferimenti e verificate sia in fase di smontaggio che di montaggio di questi, così come descritto anche nella sezione dedicata al cambio cinghie per motori Desmoquattro.


Si lavora sempre e solo su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio, prima sulla testa verticale, in modo che si possa rimontare per prima la cinghia distribuzione dello stesso; rimontare quindi la cinghia del cilindro orizzontale e quindi portare quest'ultimo al PMS in fase di scoppio ed iniziare a lavorarci sopra una volta rismontata la sua cinghia... più avanti sarà più chiaro!!

Il lavoro inizia smontando i coperchi valvola, trattenuti in sede da 4 viti M6x1 con testa a brugola da 5 mm.. Attenzione alla guarnizione sottostante, eventualmente riutilizzabile solo se in ottime condizioni e priva di schiacciamenti o rotture.

 

Chiaramente, con l'albero a cammes smontato, lavorare sui registri di apertura è nettamente più semplice... Ponetevi però il problema di dover smontare l'albero a cammes solo se dovete regolare anche i bilancieri di chiusura.
Come anticipato si lavora sempre e solo su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio. Ricapitolando, sommariamente la sequenza di lavoro sarà:
  • Portate il cilindro verticale al PMS in fase di scoppio e prendete dei riferimenti su cinghia e pulegge (fate dei segno con un pennarello bianco) in modo da poter poi riposizionare con sicurezza la cinghia una volta terminato il lavoro. Fate lo stesso lavoro su cinghia e pulegge della testa orizzontale, anche qui in modo da riuscire a rimontare con sicurezza la cinghia una volta terminato il lavoro sul cilindro verticale.
  • Smontate entrambe le cinghie.
  • Terminato il lavoro sulla testata verticale, si rimontano le cinghie tensionandole sommariamente.
  • Si porta il cilindro orizzontale al PMS in fase di scoppio. Prendete nuovamente i riferimenti su cinghia e pulegge della sola testa orizzontale.
  • Si smonta solo la cinghia del cilindro orizzontale e si lavora sulla relativa testata.
  • Si rimonta la cinghia del cilindro orizzontale e si procede quindi ad una corretto tensionamento cinghie distribuzione.

Si inizia a lavorare sui bilancieri di apertura.

Ciascuna testa ha, sul lato opposto alle pulegge, tre coperchi:

  1. Cappellotto albero a cammes lato aspirazione;
  2. Cappellotto albero a cammes lato scarico;
  3. Coperchio centrale;
  4. Condotto olio distribuzione.

Smontate il coperchio n. 3 in modo da avere accesso agli assi di lavoro dei bilancieri. I coperchi n. 1 e n. 2 andranno smontati solo in caso si debba procedere al cambio dei registri di chiusura.

Un coperchio analogo al n. 3 lo si trova anche fra le due pulegge:smontatelo.

Entrambi i coperchi n. 3 lavorano su una guarnizione di carta. Se non presenta particolari deformazioni la si può riutilizzare, altrimenti - specie se ha diversi anni di lavoro - non è una cattiva idea sostituirla.

Questo simpatico strumentino prodotto dalla EMS è comodo per sfilare gli assi dei bilancieri. Si avvita lo strumento sulla parte filettata dell'asse (al centro ciascun asse presenta un apposito foro filettato di manovra) e con il battente si sfila quel tanto che basta.
Alternativamente potete utilizzare una semplice vite in acciaio M3x0,75, da avvitare all'asse bilanciere, e quindi tirarla con una pinza...
Sfilate quindi i quattro assi dei bilancieri di apertura (due per ciascun lato). Gli assi dei bilancieri di apertura sono quelli che si trovano nella zona più in alto della testa. Vanno sfilati tanto quanto basta a riuscire a spostare verso l'esterno il bilanciere di apertura, in modo che si riesca a sfilare tranquillamente i registri valvola.
Questa immagine spiega bene come dovrà spostarsi il bilanciere di apertura in conseguenza dello sfilarsi del suo asse.

Spostato il bilanciere si potrà quindi sfilare e sostituire agevolmente il registro in chiusura. Vi consiglio di usare una punta calamitata per estrarlo dalla sede, in modo da evitare che vi cada all'interno dell'alloggiamento punterie dove potrebbe essere difficoltoso recuperarlo.

Nel caso siano solo da ripristinare i giochi valvola in apertura, potete quindi rimontare il tutto, seguendo un ordine inverso allo smontaggio. Tutte le viti con testa a brugola M6x1 dei coperchi valvole devono essere tirate a 10NM.
Nel caso si renda necessario ripristinare il gioco valvole in chiusura, sarà invece necessario procedere allo smontaggio dell'albero a cammes.

Smontate quindi i due coperchi laterali che poco sopra ho menzionato come n. 1 e n. 2. Questi coperchi trattengono e guidano l'albero a cammes grazie a dei cuscinetti a rulli. Verificate con cura lo stato degli o-ring di tenuta dei coperchi, nel dubio sl loro stato sostituiteli senza indugi.
Già che ci siete, verificate anche lo stato del paraolio di tenuta che si trova all'interno dei coperchi laterali.
Ora potete sfilare l'asse a cammes, completo di puleggia e coperchio lato pulegge, dalla testata. Ruotate convenientemente l'albero a cammes, mentre lo sfilate, in modo da non interferire con i bilancieri.
Contrassegnate gli alberi a cammes per non confonderli!!

Una volta smontato l'albero a cammes ecco cosa vi appare tutto in "bella vista".

  1. Bilanciere di chiusura;
  2. Bilanciere di apertura;
  3. Registro di apertura;
  4. Registro di chiusura.

 

Ora si dovrà procedere a liberare i registri valvola di chiusura. Questi sono trattenuti dal bilanciere di chiusura e quindi dalla molla di richiamo del bilanciere stesso. Per svincolare il registro ed i suoi due semianelli di fermo, si dovrà vincere la resistenza (modesta) della molla, spingendo verso l'esterno della testa il dito del bilanciere che lavora sull'albero a cammes.

Premunitevi di "coibentare" a modo la zona intorno al registro con della carta per scongiurare la perdita nel vano teste - o peggio potrebbero cadere daii fori drenaggio olio all'interno del motore - dei semianelli.

Con una leva di plastica dura o metallo morbido ( n. 2) spingete verso l'esterno il dito del bilanciere. Vedrete che mano a mano che lo spingete, il registro valvola tenderà a scendere. Casomai si fermasse aiutatelo a scendere sino a quando non avrete liberato completamente i due semianelli ( n. 1) che avrete cura di raccogliere con una punta calamitata.

  1. Semianello registro di chiusura;
  2. Leva.
In questa immagine vedete chiaramente un registro di chiusura valvola privo dei semianelli e con il bilanciere abbassato ed un registro di chiusura valvola ancora in sede completo dei semianelli.
Non temete che la valvola vi cada dentro al motore!! Al massimo si ferma sulla testa del pistone (ecco che è importante averlo al PMS) e si riprende facilmente. Al massimo fermate lo stelo usando un elastico ben teso e fissato su una vite del coperchio punterie temporaneamente rimontata.

 

I registri valvola ed i semianelli possono essere acquistati - di pregevole fattura e materiali superlativi - on line dalla EMS oppure come normali ricambi presso la rete ufficiale Ducati.

I registri di chiusura andranno presi quasi sicuramente nuovi, mentre i registri di apertura potranno essere "ripresi" nelle dimensioni, andando a smerigliare dalla superficie di contatto con il bilanciere i centesimi in eccesso per ripristinare il corretto gioco di funzionamento.

La stessa cosa sarà possibile (anzi, consigliabile) fare, acquistando un bilanciere di chiusura di un centesimo più grande del necessario.

In ultimo, io consiglio di cambiare i semianelli ad ogni gioco valvole. Costano poco e si stà più sicuri. Considerate però che con i semianelli nuovi vi troverete con i registri valvola che, una volta montati, saranno con un gioco minore di un paio di centesimi o più... montateli e verificate quindi!!
Per riprendere le dimensioni di un registro, si dovrà disporre di un piano in metallo rettificato, carta abrasiva fine (grana 800 - 1000) e alcune gocce di olio motore.

Fissata con cura la carta abrasiva al piano rettificato, ungetela leggermente con dell'olio motore. Su questa superficie si deve far percorrere al registro (sfregandolo sulla superficie di lavoro con il bilanciere) un percorso ad "otto" tenendo una pressione il più possibile costante e perpendicolare al piano ed ogni "otto" percorso, ruotare il registro sul suo asse di mezzo giro. Si potrà riprendere la misura del registro smerigliando diversi centesimi di materiale (anche fino ad un decimo di millimetro).

Questa manovra sarà utilissima per ottenere dei giochi valvola veramente a misura.
Preso il registro dalla misura corretta, spingete nuovamente il dito del bilanciere verso l'esterno e quindi infilate il registro sullo stelo, lasciando a vista la gola per i semianelli. Per posizionare comodamente i semianelli, sporcateli di grasso multiuso e infilateli nella gola di montaggio sullo stelo valvola. Una volta ben infilati rilasciate lentamente il bilanciere di chiusura, di modo che faccia salire il registro di chiusura sino a bloccarsi contro i semianelli.
A questo punto ruotate a mano il registro valvola per far assestare il tutto al meglio.
E' ora possibile infilare sulla sommità dello stelo il registro di chiusura. Vi accorgerete che entrambi i registri sono ben montati perchè a vista avrete che la sommità del registro di apertura (2) sarà a filo con il bordo superiore del registro di chiusura (1).
Effettuate il lavoro sulle valvole che necessitano la regolazione e quindi procedete al rimontaggio dei componenti seguendo un iter inverso allo smontaggio. Fate queste verifiche e controlli durante il rimontaggio:

Una volta rimontati gli alberi a cammes ed i loro coperchi, verificate che questi ruotino liberamente sino al momento di impegnare i bilancieri di apertura. Se nella posizione di PMS in fase di scoppio un albero a cammes risultasse "puntato" su un bilanciere, durante il funzionamento si avrebbero dei seri danni alla cementazione di bilancieri e cammes!! Nel caso trovaste degli impuntamenti, si dovrà procedere a regolare nuovamente il gioco valvole...

  • massima cura nel posizionare le guarnizioni dei coperchi punterie e nell'ingrassare ogni o-ring prima di montare il componente e di verificarne accuratamente lo stato, onde evitare spiacevoli rigagnoli di olio.
  • Attenzione a non confondere fra loro gli alberi a cammes!!
   
Tutte le viti M6x1 devono essere tirate a 10NM. Procedete quindi al montaggio delle cinghie ed al loro tensionamento. Effettuate le operazioni di rimontaggio del resto delle parti (serbatoio, carene, radiatore acqua, carico olio, ecc.) accendete il motore e portatelo alla temperatura di esercizio. Non si dovranno sentire rumori o ticchettii anomali provenire dalla testata. Eventualmente, sentiate questi rumori, anche durante la fase di riscaldamento, fermate immediatamente il motore e, una volta raffreddato, procedete nuovamente ad un controllo del gioco valvole. Come norma, è meglio avere il gioco valvole leggermente "lasco" piuttosto che tirato.

Come anticipato nell'articolo relativo alla misurazione del gioco valvole dei motori Testastretta (lo trovate a questo LINK) si lavora sempre e solo su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio. Ricapitolando, sommariamente la sequenza di lavoro sarà:

  • si porta il cilindro verticale al PMS in fase di scoppio, si fermano le pulegge del cilindro orizzontale. Si sfilano le cinghie e si lavora sulla testata verticale.
  • Terminato il lavoro sulla testata verticale, si rimontano le cinghie tensionandole sommariamente, si porta il cilindro orizzontale al PMS in fase di scoppio.
  • Si smonta solo la cinghia del cilindro orizzontale e si lavora sulla relativa testata.
  • Si rimonta la cinghia del cilindro orizzontale e si procede quindi ad una corretto tensionamento cinghie distribuzione.
I castelletti degli alberi a cammes sono trattenuti in sede da 4 viti speciali con testa esagonale maschio da 12 mm. E' estremamente importante che si prenda nota della posizione originaria di ciascuna vite in modo da poterla riposizionare nella stessa posizione in sede di montaggio.
Smontate le viti di ritegno si potranno sfilare i due castelletti degli alberi a cammes. E' sufficiente qualche colpetto con il mazzolo di gomma per riuscire a smuoverli e quindi agevolmente smontarli dalla loro sede. Anche in questo caso si deve prestare la massima attenzione alla loro posizione originaria. E' importante riuscire a sfilare i castelletti tenendoli il più possibile paralleli al piano testata in modo da non deformare o rovinare le rispettive boccole di centraggio che resteranno innestate nel corpo della testata.

I due tappi di chiusura delle estremità degli alberi a cammes molto probabilmente resteranno incollati nella loro parte inferiore, a contatto con il blocco della testata. Notate il loro posizionamento, infilati nelle sedi fino a che la loro faccia esterna arrivi a filo dell'invito ricavato all'inizio della loro sede stessa.
I tappi possono essere rimossi semplicemente a mano, sfilandoli dalle loro sedi. Obbligatorio pulire ed asciugare da sporcizia ed olio residuo tutta la zona!!

Un particolare dell'asse degli alberi a cammes. Potete notare che ciascun albero a cammes è punzonato con delle pratiche indicazioni. La prima sigla indica la posizione dell'albero a cammes, la seconda la tipologia; avremo quindi:

  • OS - 3G => (testata) Orizzontale Scarico - 3G
  • OA - 3G => (testata) Orizzontale Aspirazione - 3G

Viceversa, per il cilindro verticale avremo:

  • VS - 3G => (testata) Verticale Scarico - 3G
  • VA - 3G => (testata) Verticale Aspirazione - 3G
Ecco sfilati dalle loro sedi gli alberi a cammes completi delle pulegge e dei paraoli di tenuta. Una accurata pulizia dall'olio di tutta zona sottostante permetterŕ di lavorare in modo pulito e preciso. Come ripetuto più volte, segnate con cura la posizione originale di ciascun componente!!

In questa fase non mancate di verificare lo stato di ciascun bilanciere e di albero a cammes. Le superfici cromate dei bilancieri devono apparire uniformi e prive di crepe, segni di strisciamento profondi e decementificazione. Anche gli alberi a cammes dovranno presentare le faccie di lavoro assolutamente uniformi e prive di crepe, segni di strisciamento profondi e decementificazione.

Verificate anche che non ci siano segni di grippaggio o solchi sulle superfici rettificate ove scorrono gli alberi a cammes (e di conseguenza la zona di lavoro degli alberi a cammes stessi). Un eventuale danno in queste zone porta inevitabilmente alla sostituzione del componente.
Ecco finalmente in vista i due registri valvola! Mettete della carta nella zona sottostante il bilanciere di chiusura, in modo che se sfugge qualche componente questo resti in vista e facilmente recuperabile.
Semplicemente alzando il bilanciere di apertura, sarŕ possibile sfilare il relativo registro valvola. Possibile che resti "incollato" a causa del velo d'olio presente fra i due registri: un pò di pazienza e l'utilizzo di una pinza a becchi sottili risolve il problema.

Ora si dovrà abbassare il bilanciere di chiusura. La molla che lo trattiene in posizione ha un carico modesto ed è possibile vincerne la forza facendo leva con una barretta di alluminio sul bilanciere. Abbassando il bilanciere di chiusura si riesce quindi a spostare verso il basso il relativo registro lasciando in vista i due semianelli, recuperabili utilizzando un giravite con la testa calamitata. Procedete con la massima attenzione per evitare di far cadere i due semianelli all'interno del vano distribuzione. Entrambi i semianelli possono essere mantenuti se in ottime condizioni - privi di venature, deformazioni apparenti, schiacciature, ecc. - , nel dubbio devono essere sostituiti con nuovi... anzi, visto che ci si trova comunque a smontarli, la loro sostituzione "d'ufficio" direi che sarebbe quantomeno opportuna!!
Sfilato i semianelli ed il bilanciere di chiusura lo stelo valvola resta libero. Avendo portato il pistone al PMS il fungo si fermerà sulla testa del pistone. La porzione di stelo che resta "in vista" è comunque sufficiente - abbassando il bilanciere di chiusura -
I registri valvola ed i semianelli possono essere acquistati - di pregevole fattura e materiali superlativi - on line dalla EMS oppure come normali ricambi presso la rete ufficiale Ducati.

I registri di chiusura andranno presi quasi sicuramente nuovi, mentre i registri di apertura potranno essere "ripresi" nelle dimensioni, andando a smerigliare dalla superficie di contatto con il bilanciere i centesimi in eccesso per ripristinare il corretto gioco di funzionamento.

La stessa cosa sarà possibile (anzi, consigliabile) fare, acquistando un bilanciere di chiusura di un centesimo più grande del necessario.
Per riprendere le dimensioni di un registro, si dovrà disporre di un piano in metallo rettificato, carta abrasiva fine (grana 800 - 1000) e alcune gocce di olio motore.

Fissata con cura la carta abrasiva al piano rettificato, ungetela leggermente con dell'olio motore. Su questa superficie si deve far percorrere al registro (sfregandolo sulla superficie di lavoro con il bilanciere) un percorso ad "otto" tenendo una pressione il più possibile costante e perpendicolare al piano ed ogni "otto" percorso, ruotare il registro sul suo asse di mezzo giro.
Si potrà riprendere la misura del registro smerigliando diversi centesimi di materiale (anche fino ad un decimo di millimetro). Questa manovra sarà utilissima per ottenere dei giochi valvola veramente a misura.
Si procede quindi al montaggio del registro di chiusura, facendolo scorrere sul gambo valvola, tenendo il bilanciere di chiusura abbassato. Inserite quindi i due semianelli. Potrà tornare utile ungerli leggermente con del grasso multiuso in modo da riuscire a tenerli fermi nella cava dello stelo. Rilasciate quindi lentamente il bilanciere di ciusura guidando - per quanto possibile - il registro di chiusura nel suo portarsi in posizione e bloccaggio sui semianelli. Una volta lasciato libero il bilanciere di chiusura, date un colpetto al bilanciere, nella zona e verso indicate dalla feccia, con un mazzolo di gomma in modo da far assestare a modo i semianelli.
Se il posizionamento è andato a buon fine, la parte superiore del registro di chiusura dovrà trovarsi pressocchè a filo con la parte superiore della valvola. Ora si potrà inserire il registro di apertura ed abbassare il relativo bilanciere.
Inizia ora la fase di montaggio. Mettete su ciascuna zona impegnata dai castelletti degli alberi a cammes contrassegnata dalla lettera A un filo di pasta per guarnizioni. Ungete le zone contrassegnate con la lettera B - e conseguentemente anche sulla zona speculare del castelletto - dell'olio graffitato.
Riposizionate quindi gli alberi a cammes in modo tale che siano rispettati i riferimenti presi precedentemente su puleggia e testata. Ponete massima attenzione a che il paraolio di tenuta sito dietro ciascuna puleggia sia infilato in sede in modo il più possibile perpendicolare al piano del coperchio punterie. La sede è chiaramente molto precisa e facendo la dovuta attenzione si posizionerà correttamente da solo.
Anche i tappi dall'altra estremità dovranno essere posizionati con cura nella sede della testata, seguendo una procedura analoga a quella dei paraolii. Eventualmente si potrà verificare il loro posizionamento (con la faccia esterna parallela e a filo della faccia laterale della testata) con una barretta rettificata una volta impuntato il castelletto degli alberi a cammes.
Procedete ad una nuova misurazione dei giochi valvola. Se avete sostituito i semianelli probabilmente risulteranno sfasati a quanto vi aspettavate! Questo perchè i nuovi semianelli tenderanno a far diminuire il gioco del bilanciere di chiusura. Ecco spiegato perchè sui manuali officina sono riportate le misure "di montaggio" e "di controllo". I valori "di montaggio" (necessariamente più stretti come valori) potranno essere comunque rispettati in questa fase, il funzionamento stesso del motore farà assestare la distribuzione in pochi cicli di funzionamento portando i giochi ampiamente nel range previsto per i valori di controllo.
Ora si potranno rimontare i castelletti degli alberi a cammes. Una volta ben posizionati, ungete con del grasso al bisolfuro di molibdeno le filettature delle viti di tenuta e serrateli inizialmente a 10NM. Serrate prima le due viti interne e poi le due esterne. Attendete alcuni istanti e quindi effettuate il serraggio finale a 22,5NM. Effettuate quindi il montaggio e tensionamento cinghie rispettando e collimando i riferimenti presi in un primo momento. Ruotate a mano le pulegge: le camme dovranno girare liberamente sino al momento che andranno ad impegnare i bilancieri. Se non fosse così vuol dire che si ha uno o piuù bilancieri "puntati" a causa di un registro valvola troppo spesso. In questo caso non resta che rimisurare, smontare, correggere e rimontare!!

Come anticipato, si lavora sempre su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio. Effettuate i lavori anche sull'altro cilindro (l'orizzontale). Effettuate quindi il montaggio e tensionamento cinghie rispettando e collimando i riferimenti presi in un primo momento. Fate compiere almeno due giri all'albero motore. Verificate quindi nuovamente che i riferimenti presi siano collimati. Non sarebbe sbagliato verificare nuovamente i giochi valvola per controllare che tutto sia a posto...

Mettete su ciascuna zona impegnata dai castelletti degli alberi a cammes contrassegnata dalla lettera A un filo di pasta per guarnizioni per garantire la tenuta del coperchio punterie. Montate quindi il coperchio punterie tirando le sei viti a 10NM seguendo un ordine diagonale incrociato.

Effettuate le operazioni di rimontaggio del resto delle parti (serbatoio, carene, radiatore acqua, carico olio, ecc.) accendete il motore e portatelo alla temperatura di esercizio. Non si dovranno sentire rumori o ticchettii anomali provenire dalla testata. Eventualmente, sentiate questi rumori, anche durante la fase di riscaldamento, fermate immediatamente il motore e, una volta raffreddato, procedete nuovamente ad un controllo del gioco valvole. Come norma, è meglio avere il gioco valvole leggermente "lasco" piuttosto che tirato.

Il controllo del gioco valvole normalmente viene effettuato al tagliando dei 10.000, la loro regolazione è invece prevista al raggiungimento dei 20.000. Non sono regole fisse, specialmente al primo step dei 10.000 risulterà necessario regolare il gioco, cosa dovuta all'assestamento di tutte le componenti meccaniche della testa. Effettuate il controllo e/o la registrazione del gioco valvole prima di procedere alla eventuale sostituzione delle cinghie distribuzione, in modo da poter poi rifare la fase meccanica del motore (quando e se necessario)  in modo più preciso. Prima di lavorare sulla distribuzione, si dovrà liberare tutta la zona di lavoro dalle sovrastrutture che ne renderebbero difficoltosa e/o impossibile la cosa: serbatoio, eventuali carene, radiatore acqua (e quindi svuotare l'impianto di raffreddamento), ecc.. Un paio di cose ovvie ma non troppo prima di iniziare: smontate le candele e lavorate a motore freddo!!
   
Questa immagine di una testata orizzontale illustra chiaramente la posizione degli alberi a cammes al PMS in fase di scoppio. E' fondamentale che si prenda nota di alcuni riferimenti da segnare direttamente su pulegge e corpo testata in modo da ritrovare facilmente la originale fase meccanica. L'esempio illustrato nella immagine a lato è solo una delle possibilità eventuali su dove prendere i riferimenti. Prendendo gli opportuni riferimenti su pulegge-testata-cinghie prima di effettuare lo smontaggio e quindi riposizionando le collimazioni di questi in fase di montaggio sarŕ praticamente impossibile commettere errori.

Si lavora sempre e solo su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio, prima sulla testa verticale, in modo che si possa rimontare per prima la cinghia distribuzione dello stesso, rimontare la cinghia del cilindro orizzontale e quindi portare quest'ultimo al PMS in fase di scoppio ed iniziare a lavorarci sopra una volta rismontata la sua cinghia... più avanti sarà più chiaro!!

Come già anticipato e dovendo smontare le cinghie, prendete anche qui i riferimenti e verificate sia in fase di smontaggio che di montaggio di questi, così come descritto anche nella sezione dedicata al cambio cinghie per motori Testastretta, accessibile da QUI.

Ecco la parte della testata dove si dovrà lavorare. Smontate la pipetta candele (SBK 998) o la bobina integrata. Il coperchio punterie è trattenuto da sei bulloni speciali con testa esagonale maschio da 10 mm.. Svitate completamente tutti i bulloni. Le rondelle gommate poste al di sotto dei bulloni resteranno infilate sul coperchio punterie e - a meno di danni alle stesse - non è necessario smontarle.
Con un mazzolo in gomma battete dei colpetti leggeri per scollare la guarnizione del coperchio punterie dalla testata. Una volta smosso, il coperchio lo si può rimuovere dalla testa. Pulite accuratamente tutta la zona di lavoro dall'olio residuo presente nel vano punterie e sui bordi di appoggio del coperchio. Riservate una cura di pulizia anche al coperchio punterie, asciugandolo accuratamente dall'olio e pulendolo dalla sporcizia. Considerate che la guarnizione del coperchio resterà incollata allo stesso e che questa può essere tranquillamente riutilizzata più volte.

Se si pone sufficiente attenzione la guarnizione non si staccherà nemmeno dal coperchio. Come anticipato, si lavora con il cilindro al PMS in fase di scoppio. Notate la posizione degli alberi a cammes, pressocchè speculari uno rispetto all'altro.
CONTROLLO DEL GIOCO DI CHIUSURA

Lo spessimetro per misurare il gioco di chiusura deve essere infilato, per ciascuna valvola, fra bilanciere di chiusura e rispettiva camma nella zona indicata in foto.

 

 
CONTROLLO DEL GIOCO DI APERTURA

Lo spessimetro per misurare il gioco di apertura deve essere infilato, per ciascuna valvola, fra bilanciere di apertura e rispettiva camma nella zona indicata in foto.

Prendete accuratamente nota di ciascuna misurazione effettuata. Verificate che le misurazioni effettuate risultino all'interno del range previsto (valori di controllo), altrimenti si dovrà intervenire con la sostituzione dei registri valvola per ripristinare il corretto gioco valvole.

NOTA: Nel misurare il gioco valvole, si deve ruotare leggermente la camma in modo da apprezzare la misura minima fra camma e bilanciere.

Un metodo pratico e comodo per valutare il corretto spessore dei registri da prendere - prima ancora di smontarli - e le modalità della loro misurazione da smontati lo trovate descritto QUI.

Se il vostro motore avrà il gioco valvole fuori dai range previsti, si dovrà quindi intervenire per ripristinarli. E' sempre consigliabile intervenire anche se il gioco valvole si trova a circa 2 centesimi dal limite previsto.

Gioco valvole a freddo TESTASTRETTA
- Misure in millimetri - Valori da manuale Valori Desmodromico's
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.15 0.10
Chiusura 0.05 - 0.10 0.08 - 0.10
 
Valvola di scarico Apertura 0.10 - 0.15 0.15
Chiusura 0.05 - 0.10 0.05 - 0.07
 

Nella tabella sopra trovate due tipi di valori: "valori da manuale" (rivisti all'ultima relase Ducati) e quelli che personalmente uso nelle mie spippolate... specie per questi ultimi ci si perde un pò di tempo per ottenere le misure indicate, dato il ristretto range. In caso di valori fuori range... eccovi la guida per la regolazione del gioco valvole per i motori Testastretta: LINK.

Il controllo del gioco valvole normalmente viene effettuato al tagliando dei 10.000, la loro regolazione è invece prevista al raggiungimento dei 20.000. Non sono regole fisse, specialmente al primo step dei 10.000 risulterà necessario regolare il gioco, cosa dovuta all'assestamento di tutte le componenti meccaniche della testa. Effettuate il controllo e/o la registrazione del gioco valvole prima di procedere alla eventuale sostituzione delle cinghie distribuzione, in modo da poter poi rifare la fase meccanica del motore (quando e se necessario)  in modo più preciso. Un paio di cose ovvie ma non troppo prima di iniziare: smontate le candele e lavorate a motore freddo!!
La procedura descritta può essere applicata sia ai motori Desmodue che ai DS/EVO. La differenza sostanziale fra le due grandi famiglie di motori, stà nella forma dei coperchi punterie che sui motori Desmodue sono rettangolari e dotati di una guarnizione di tenuta standard mentre nei DS/EVO è un o-ring. In entrambi i casi, consiglio di sostituire le guarnizioni ad ogni intervento. E' importante, soprattutto, rispettare i giochi valvola previsti a seconda della tipologia di motore.

In questo esploso di una testa 1000 DS si vedono chiaramente i bilancieri ed i registri valvola. Per accederci ed avere tutto in vista, si dovranno smontare i coperchi delle punterie, tenuti in sede da 4 viti con testa a brugola da 5 mm..


Come già anticipato e dovendo smontare le cinghie, prendete anche qui i riferimenti e verificate sia in fase di smontaggio che di montaggio di questi, così come descritto anche nella sezione dedicata al cambio cinghie per motori Desmodue. Si lavora sempre e solo su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio, prima sulla testa verticale, in modo che si possa rimontare per prima la cinghia distribuzione dello stesso, rimontare la cinghia del cilindro orizzontale e quindi portare quest'ultimo al PMS in fase di scoppio ed iniziare a lavorarci sopra una volta rismontata la sua cinghia... più avanti sarà più chiaro!! Troverete qualche utile informazione al riguardo in questa paginetta web: LINK.

La distribuzione è accessibile da due coperchi posizionati sulla sommità di ciascuna testata. I coperchi sono vincolati da viti esagonali femmina da 5 mm.. Per smontare il coperchi ispezione della distribuzione del cilindro orizzontale, in alcuni modelli è necessario anche svincolare il radiatore olio.

Ecco cosa appare una volta tolto il coperchio delle punterie. In questo caso stiamo davanti ad una valvola di aspirazione del cilindro orizzontale. Si procede con la stessa metodologia di lavoro per tutte le valvole, indifferentemente siano di aspirazione o scarico.


Tolto il coperchio asciugate accuratamente l'olio residuo presente in zona. Verificate visivamente che non vi siano anomali segni di usura sui bilancieri, nei punti dove toccano i registri. Verificate anche lo stato delle molle di richiamo dei bilancieri di chiusura - non è impossibile trovarle spezzate -. Verificate anche lo stato delle superfici degli alberi a cammes.

Mettete quindi della carta da officina nella zona sottostante i bilancieri per evitare che oggetti estranei vi si infilino.​


La tecnica utilizzata per effettuare la misurazione dei giochi dei registri valvola la trovate descritta in modo dettagliato clikkando QUI. Nell'esempio pratico descritto in questa pagina web potrete rendervi conto di quanto sia pratico ed intuitivo. Nella tabella riportata qui sotto sono riportati i valori dei giochi valvola per i motori Desmodue. Al momento della misurazione i valori devono rientrare nel range indicato con "valori di controllo". Se il vostro motore avrà il gioco valvole fuori dai range previsti, si dovrà quindi intervenire per ripristinarli. E' sempre consigliabile intervenire anche se il gioco valvole si trova a circa 2 centesimi dal limite previsto.

Gioco valvole a freddo DESMODUE (350*) 600-750-900-940 - valori di controllo previsti solo quando indicati -
- Misure in millimetri - Valori di montaggio Valori di controllo
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.12 (0.08 - 0.10) 0.05 - 0.12
Chiusura 0.03 - 0.05 (0.00 - 0.02) 0.05 - 0.15
 
Valvola di scarico Apertura 0.12 - 0.15 (0.10 - 0.12) 0.05 - 0.15
Chiusura 0.03 - 0.05 (0.00 - 0.02) 0.03 - 0.20

 * valori tra parentesi, relativi alla Serie SS350/400

Gioco valvole a freddo DESMODUE 400-620-695-696 (800**) - valori di controllo previsti solo quando indicati -
- Misure in millimetri - Valori di montaggio Valori di controllo
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15 (0.10 - 0.20)
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 (0.05 - 0.10)
 
Valvola di scarico Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15  (0.10 - 0.20)
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 (0.05 - 0.10)

  * valori tra parentesi, relativi alla Serie SS800/Monster 800

Gioco valvole a freddo DESMODUE 696 - 1000 - 1100 DS/EVO - valori di controllo previsti solo per motore 1000 - 1100 DS -
- Misure in millimetri - Valori di montaggio Valori di controllo
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15 - no motore 796/1100 EVO -
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 - no motore 796/1100 EVO -
 
Valvola di scarico Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15 - no motore 796/1100 EVO -
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 - no motore 796/1100 EVO -

N.B. per i motori 796 e 110 EVO non è previsto un range di "Valori di controllo".

I Giochi valvola sono soggetti ad aggiornamenti a seguito di circolari tecniche emanate conseguentemente alla migliore qualità dei materiali. I giochi valvola riportati si riferiscono a misure di sicurezza.

Come anticipato si lavora sempre e solo su un cilindro alla volta posto al PMS in fase di scoppio. Ricapitolando, sommariamente la sequenza di lavoro sarà:

  • si porta il cilindro verticale al PMS in fase di scoppio. Si sfila la cinghia (è sufficiente scostarla solo dalla puleggia condotta, non serve sfilarla) e si lavora sulla testata verticale.
  • Terminato il lavoro sulla testata verticale, si rimonta la cinghia del cilindro verticale tensionandola sommariamente, si porta il cilindro orizzontale al PMS in fase di scoppio.
  • Si sfila la cinghia (è sufficiente scostarla solo dalla puleggia condotta, non serve sfilarla) del cilindro orizzontale e si lavora sulla relativa testata.
  • Si rimonta la cinghia del cilindro orizzontale e si procede quindi ad una corretto tensionamento cinghie distribuzione.
  • Consiglio di verificare la fase meccanica ogni qualvolta si lavora sui giochi valvola.
  • Sarebbe ottimale far coincidere il lavoro sui giochi valvola con la sostituzione delle cinghie, in modo da riportare tutta la distribuzione a nuovo ad ogni intervallo.

Si dovrà ora lavorare direttamente sui registri valvola, in modo da ripristinare il corretto gioco di funzionamento. Per accedere ai registri valvola si dovranno compiere alcune manovre in modo da riuscire a sfilarli dallo stelo. Ovviamente, si andrà ad operare solo sui registri valvola che risulteranno fuori tolleranza.


Aiutandovi con una pinza a becchi sottili sfilate la molletta/distanziale di posizionamento posta sul lato del bilanciere di apertura. Prendete nota della posizione dei due rasamenti.

   

Tolta la molletta sarà possibile spostare lateralmente il bilanciere di apertura, in modo da riuscire a liberare il relativo registro. A volte è necessario ruotare leggermente la camma agendo sulla puleggia (ruotandola a mano).


Il registro apertura valvola si potrà sfilare agevolmente a mano.

   

Per sfilare il registro chiusura valvola si dovrà prima liberarlo dai due semianelli che lo fermano sulla apposita cava dello stelo.

Ruotate di qualche grado l'albero motore, in modo da portare l'albero a cammes a svincolare il registro di chiusura, fino al punto che con un giravite a testa piatta si riesca a spingere verso il basso il bilanciere di chiusura fino a che non appariranno i semianelli oltre il bordo superiore del registro. Ora si potranno togliere questi ultimi aiutandosi con un giravite con la testa magnetica.

Entrambi i semianelli possono essere mantenuti se in ottime condizioni - privi di venature, deformazioni apparenti, schiacciature, ecc. - , nel dubbio devono essere sostituiti con nuovi.

 
   

Il registro di chiusura valvola si potrà ora agevolmente sfilare dallo stelo.

   

Ecco come appare la distribuzione una volta rimossi i registri valvola. Ora sarà anche più agevole controllare lo stato dei bilancieri nella zona di contatto con i registri valvola. Le superfici dovranno presentarsi integre, prive di screpolature e con la superficie cementata perfettamente uniforme.


Stesso discorso per l'albero a cammes. Anche questo dovrà avere le zone di lavoro con i bilancieri assolutamente prive di screpolature. I normali segni di strisciamento saranno normali e fisiologici.

   

I registri valvola ed i semianelli possono essere acquistati - di pregevole fattura e materiali superlativi - on line dalla EMS oppure come normali ricambi presso la rete ufficiale Ducati.


I registri di chiusura andranno presi quasi sicuramente nuovi, mentre i registri di apertura potranno essere "ripresi" nelle dimensioni, andando a smerigliare dalla superficie di contatto con il bilanciere i centesimi in eccesso per ripristinare il corretto gioco di funzionamento.

La stessa cosa sarà possibile (anzi, consigliabile) fare, acquistando un registro di chiusura di un centesimo più grande del necessario.

   

Per riprendere le dimensioni di un registro, si dovrà disporre di un piano in metallo rettificato, carta abrasiva fine (grana 800 - 1000) e alcune gocce di olio motore.


Fissata con cura la carta abrasiva al piano rettificato, ungetela leggermente con dell'olio motore. Su questa superficie si dovrà far percorrere al registro (sfregandolo sulla superficie di lavoro con il bilanciere) un percorso ad "otto" tenendo una pressione il più possibile costante e perpendicolare al piano ed ogni "otto" percorso, ruotare il registro sul suo asse di mezzo giro. Si potrà riprendere la misura del registro smerigliando diversi centesimi di materiale (anche fino ad un decimo di millimetro).

Questa manovra sarà utilissima per ottenere dei giochi valvola veramente a misura.

Si potrà quindi procedere a rimontare i registri valvola e procedere ad una nuova misurazione dei giochi. Sostanzialmente si procede eseguendo a ritroso le operazioni di smontaggio:

  • precaricate il bilanciere di chiusura
  • infilate il registro di chiusura
  • sorcate con un filo di grasso i semianelli, posizionateli nelle cave predisposte sul corpo valvola e quindi rilasciate lentamente il bilanciere di chisura
  • verificate che il bilanciere di chiusura abbia ben spinto il relativo registro ed i semianelli in sede
  • ruotate il registro di chiusura e verificate il suo corretto montaggio
  • infilate il registro di apertura
  • riposizionate il bilanciere di apertura e la relativa molletta e rasamenti

Se avete sostituito i semianelli probabilmente risulteranno sfasati a quanto vi aspettavate! Questo perchè i nuovi semianelli tenderanno a far diminuire il gioco del bilanciere di chiusura. Ecco spiegato perchè sui manuali officina sono riportate le misure "di montaggio" e "di controllo". I valori "di montaggio" (necessariamente più stretti come valori) potranno essere comunque rispettati in questa fase, il funzionamento stesso del motore farà assestare la distribuzione in pochi cicli di funzionamento portando i giochi ampiamente nel range previsto per i valori di controllo.

Una volta portato il gioco valvola a misura procedete al rimontaggio dei coperchi punterie e di tutti gli accessori. Fatte le verifiche del caso ed eventuali (serraggi, cinghie distribuzione, ecc.) accendete il motore e portatelo alla temperatura di esercizio. Non si dovranno sentire rumori o ticchettii anomali provenire dalla testata. Eventualmente, sentiate questi rumori, anche durante la fase di riscaldamento, fermate immediatamente il motore e, una volta raffreddato, procedete nuovamente ad un controllo del gioco valvole. Come già detto all'inizio, come norma, è meglio avere il gioco valvole leggermente "lasco" piuttosto che tirato.

La procedura per la misura del gioco valvole sui motori Desmodue è la stessa, applicabile a tuti i motori 2 valvole della prodizione Ducati di tutti gli anni: dai classici dalle cilindrate da 350 cc. ai 940 cc. e sino agli ultimi 1000/1100 DS/EVO. Per effettuare la misurazione del gioco valvole, si dovrà utilizzare semplicemente uno spessimetro calibrato, possibilmente con lame che partano da 0,02 mm.. Il controllo del gioco valvole normalmente viene effettuato al tagliando dei 10.000, la loro regolazione è invece prevista al raggiungimento dei 20.000. Non sono regole fisse, accade che al primo step dei 10.000 risulterà necessario regolare il gioco, cosa dovuta all'assestamento di tutte le componenti meccaniche della testa, ma non è una regola fissa. Effettuate il controllo e/o la registrazione del gioco valvole prima di procedere alla eventuale sostituzione delle cinghie distribuzione, in modo da poter poi rifare la fase meccanica del motore (quando e se necessario) in modo più preciso. Un paio di cose ovvie ma non troppo prima di iniziare: smontate le candele e lavorate a motore freddo!!

Le differenze sostanziali fra la vecchia generazione di motori 2V ed i nuovi, consta nel diverso layout di:

  • coperchio punterie. Nei classici 2V è di forma pressocchè rettangolare, trattenuto da quattro viti M6x1, e con una gurnizione di tenuta fra coperchio e testata. Nei motori moderni ha una forma pressocchè circolare, trattenuto con quattro viti M6x1, e con un o-ring di tenuta infilato su una cava del coperchio.
  • Nei motori moderni (immagine sotto a destra) i semianelli risultano "affogati" all'interno del registro di chiusura.
  • Tutte le differenze di layout, comunque, non fanno variare le modalità di misura del gioco valvole fra le diverse tipologie di motore

Dalle due immagini sotto e la legenda numerata riportata per ogni particolare, potrete notare le varie parti meccaniche su cui si andrà ad operare per le due tipologie di motori.

  1. Bilanciere di apertura;
  2. bilanciere di chiusura;
  3. stelo valvola;
  4. registro di apertura;
  5. registro di chiusura;
  6. semianelli registro chiusura.

misura registri 2v 14 misura registri 2v 5

 

Le operazioni di misura dei giochi valvola si effettuano SEMPRE a motore freddo e con il piston del cilindro su cui si stà operando, al PMS in fase di scoppio. In questa posizione l'albero a cammes non sarà vincolato dalla spinta dei bilancieri ed avrà diversi gradi di rotazione "liberi" per poter apprezzare una corretta misura dei giochi valvola. Un consiglio che trovo importante dare, è quello di sfilare la cinghia (quantomeno dalla puleggia condotta) del cilindro sul quale si stà operando. Questo vi permetterà di ruotare agevolmente la puleggia dell'albero a cammes, in modo da poter apprezzare la misura del gioco valvole su tutta la superficie libera della camma. Con questa piccola accortezza, avrete modo di apprezzare una misura del gioco valvole che - effettivamente - sarà quella minima effettiva presente su quel bilanciere/registro valvola. Vi assicuro che si potranno trovare delle belle sorprese!! Nella descrizione delle procedure, troverete spiegato nel dettaglio come operare.


STEP 1 - Misura del gioco valvole in apertura.

Tolto il coperchio punterie, in via prioritaria, asciugate accuratamente l'olio residuo presente in zona. Verificate visivamente che non vi siano anomali segni di usura sui bilancieri, nei punti dove toccano i registri. Verificate anche lo stato delle molle di richiamo dei bilancieri di chiusura - non è impossibile trovarle spezzate -. Verificate anche lo stato delle superfici degli alberi a cammes e dei rispettivi bilancieri che, nelle zone di lavoro, non devono apparire scromati o consumati in modo anomalo. Normale trovare dei segni di strusciamento regolari ed uniformi, non sarà assolutamente normale trovare delle parti consumate irregolarmente con parti di materiale del riporto duro addirittura mancanti. Mettete quindi della carta da officina nella zona sottostante i bilancieri per evitare che oggetti estranei vi si infilino.

misura registri 2v 13 misura registri 2v 6


E' la procedura più semplice da effettuare. Si dovrà inserire la lama di uno spessimetro tra il bilanciere di apertura ed il registro di apertura. Consiglio di lubrificare leggermente la lama dello spessimetro in modo da permetterne un corretto scorrimento fra bilanciere e registro in modo da evitare falsi impuntamenti e false letture. Come dicevo, sarebbe ottimale avere la puleggia delle cammes libera dalla cinghia: una volta infilata la lama dello spessimetro in posizione, ruotando la puleggia, si avrà modo di apprezzare il gioco valvola su tutta la superficie della camma prima che vada ad impegnare il bilanciere. Vi accorgerete, ruotando la puleggia da entrambi i lati, che ad un certo punto lo spessimetro resterà bloccato quando la camma impegnerà il bilanciere. Così facendo, sarà possibile apprezzare l'effettivo gioco minimo che si ha in apertura, e non solo nella condizione di pistone al PMS in fase di scoppio. Effettuate almeno quattro misurazioni per ciascuna valvola, ruotando a mano di 90 gradi - fra una misurazione e l'altra - il registro di apertura in modo da ottenere una media corretta ed attendibile della misura.

STEP 2 - Misura del gioco valvole in chiusura.

Misurare direttamente il gioco valvole in chiusura fra registro e dita del bilanciere non lo ritengo molto preciso e porta a diversi errori di lettura dati sia dal possibile consumo irregolare del registro, dalla deformazione dei semianelli e dallo spostamento assiale cui può andare in contro il registro di chiusura quando si infila la lama dello spessimetro. Per effettuare una misurazione corretta sarà sufficiente precaricare il bilanciere di chiusura in modo da vincere la resistenza della molla di chiusura e far toccare quindi la pista del bilanciere con la camma di chiusura. Nelle due immagini, trovate indicato da una freccia rossa, l'applicazione della spinta sul bilanciere di chiusura, data con attrezzi generici. Per effettuare il lavor con maggiore precisione e semplicità, vi consiglio di dare un'occhiata a questo simpatico ed utilissimo attrezzo della americana EMS.

misura registri 2v 12

misura registri 2v 3


Da questa posizione, si infila nuovamente una lama di spessimetro fra il bilanciere ed il registro di apertura e si andrà a misurare il gioco valvole totale: gioco valvole apertura + gioco valvole chiusura. Anche in questo caso effettuate  almeno quattro misurazioni per ciascuna valvola, ruotando a mano di 90 gradi - fra una misurazione e l'altra - il registro di apertura in modo da ottenere una media corretta ed attendibile della misura. Per finire, una semplice sottrazione del valore rilevato precaricando i bilanciere di chiusura al valore del gioco valvola in apertura, darà come risultato il gioco valvole in chiusura.

Per un comodo svolgimento del lavoro, potete scaricare e stampare questo documento .pdf, sul quale riportare i valori trovati e calcolare in pochi passaggi il gap eventuale del gioco valvole del vostro motore: LINK.

Le sueguenti tabelle possono essre un interessante promemoria sui valori dei giochi valvola da verificare divisi per ciascun modello di produzione Desmodue.

Gioco valvole a freddo DESMODUE (350*) 600-750-900-940 - valori di controllo previsti solo quando indicati -
- Misure in millimetri - Valori di montaggio Valori di controllo
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.12 (0.08 - 0.10) 0.05 - 0.12
Chiusura 0.03 - 0.05 (0.00 - 0.02) 0.05 - 0.15
 
Valvola di scarico Apertura 0.12 - 0.15 (0.10 - 0.12) 0.05 - 0.15
Chiusura 0.03 - 0.05 (0.00 - 0.02) 0.03 - 0.20

 * valori tra parentesi, relativi alla Serie SS350/400

Gioco valvole a freddo DESMODUE 400-620-695-696 (800**) - valori di controllo previsti solo quando indicati -
- Misure in millimetri - Valori di montaggio Valori di controllo
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15 (0.10 - 0.20)
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 (0.05 - 0.10)
 
Valvola di scarico Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15  (0.10 - 0.20)
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 (0.05 - 0.10)

  * valori tra parentesi, relativi alla Serie SS800/Monster 800

Gioco valvole a freddo DESMODUE 696 - 1000 - 1100 DS/EVO - valori di controllo previsti solo per motore 1000 - 1100 DS -
- Misure in millimetri - Valori di montaggio Valori di controllo
Valvola di aspirazone Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15 - no motore 796/1100 EVO -
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 - no motore 796/1100 EVO -
 
Valvola di scarico Apertura 0.10 - 0.15 0.05 - 0.15 - no motore 796/1100 EVO -
Chiusura 0.00 - 0.05 0.00 - 0.20 - no motore 796/1100 EVO -

N.B. per i motori 796 e 110 EVO non è previsto un range di "Valori di controllo".

I Giochi valvola sono soggetti ad aggiornamenti a seguito di circolari tecniche emanate conseguentemente alla migliore qualità dei materiali. I giochi valvola riportati si riferiscono a misure di sicurezza. Considerate che è sempre buona norma intervenire sulle misure dei registri valvola quando ci si avvicina ai 0,02 mm dalle misure previste nel range previsto.

Per effettuare agevolmente la sostituzione del filtro carburante consiglio di smontare il serbatoio dalla moto. Nel caso del Monster a carburatori è un'operazione semplice e vi permetterà di ripulire per bene tutta la zona, spesso trascurata perchè non in vista! Per lavorare senza inutili spargimenti di preziosissima benzina aspettate di entrare in riserva.

Alzate il serbatoio. Dietro la testa del cilindro verticale troverete la valvola a membrana del carburante e nella parte inferiore del serbatoio i tubi di sfiato, il connettore del sensore della riserva e ilo filtro carburante.

Staccate solo i tubi indicati nella foto ed il connettore del sensore riserva. Fate attenzione a tenere il capo del tubo di mandata del carburante (3) in posizione più alta rispetto ai carburatori in modo da evitare che fuoriesca il carburante presente nel tubo stesso.

  1. Connettore sensore riserva.

  2. Tubo di mandata carburante ai carburatori.

  3. Tubo depressione comando valvola carburante a membrana.

  4. Tubi sfiato serbatoio.

 

In questa immagine si vede la zona di lavoro bella ripulita dai tubi appena smontati.

Ora è possibile iniziare a smontare il serbatoio. Si inizia con il bullone - testa da 8 mm. - che tiene in posizione la staffa della valvola carburante a membrana. Questo bullone tiene anche la flangia a cerniera del serbatoio nella zona anteriore.

 

Ora si possono smontare i due bulloni - testa da 8 mm. - che tengono la flangia a cerniera del serbatoio nella zona posteriore. Sostenete il serbatoio durante lo smontaggio dei bulloni.

A questo punto è possibile togliere il serbatoio dalla moto...

 

Poggiate il serbatoio tenendolo sulla parte anteriore tenendola rivolta verso il basso.

Con una chiave da 10 mm. smontate il bullone che tiene ferma la fascetta di sostegno del filtro carburante. Le fascette di metallo a scatto che tengono il tubo stretto intorno agli attacchi del filtro si possono aprire facilmente con una pinza o una tenaglia facendo leggermente leva sul dente di tenuta.

Sfilate quindi il filtro vecchio facendo attenzione alla benzina che fuoriesce contenuta al suo interno. Eventualmente trovate difficoltà a sfilare i tubi dal filtro perchè incollati, fateli ruotare aiutandovi con una pinza facendo però la massima attenzione a non rovinarli.

Il filtro carburante ha stampigliata sul suo corpo una freccia che indica il "senso di marcia" del carburante. La punta della freccia deve quindi essere rivolta nella direzione dei carburatori.

Mettete un velo di grasso sugli attacchi del filtro e quindi infilate i tubi carburante.

Nel rimontaggio del tutto ingrassate tutti gli attacchi dei vari tubi in modo da riuscire ad infilare questi ultimi agevolmente.
I bulloni di tenuta della staffa a cerniera del serbatoio devono essere tirati a 10 NM.

Al successivo avviamento è possibile che il motore una volta avviato si spenga dopo qualche istante. Dovete solo dare il tempo al filtro di riempirsi nuovamente. Generalmente dopo qualche tentativo tutto il circuito carburante rientra in servizio.

 

Questo schema illustra come e dove si dovrà andare a dintervenire:

  1. fascette;
  2. filtro carburante;
  3. tubo raccordo linea alimentazione;
  4. fascetta;
  5. tubo raccordo;
  6. supporto pompa;
  7. pompa carburante;
  8. cablaggio pompa carburante.

La prima operazione da fare, sembra ovvio, è svuotare il serbatoio. Può tornare utile una pompa unidirezionale generica a mano, infilata dal tappo rifornimento.

Per svuotare correttamente il serbatoio si dovrà smontare la sella, sganciare il serbatoio e quindi tenerlo alzato con l'asta di servizio.In questo modo il carburante residuo si deposita sul fondo nella parte posteriore del serbatoio e sarà possibile svuotarlo completamente.

 

Terminato lo svuotamento, si può abbassare il serbatoio. Si inizia quindi la procedura di smontaggio del tappo carburante. Con il simbolo ( ! ) è indicato il bullone con testa a brugola (5 mm.) antifurto, da smontare per primo.

 

I bulloni indicati con i numeri 1 - 2 - 3 trattengono sulla flangia serbatoio la parte superiore del tappo. Svitati con una chiave a brugola da 5 mm. liberano coperchio e flangia tappo che possono essere facilmente sfilato a mano.

 

La flangia serbatoio è fermata con 8 grani ciechi lungo la sua circonferenza. E' sufficiente allentarli in modo che liberino la flangia dal serbatoio.

Per sfilare la flangia dal serbatoio, si dovrà riavvitare il bullone antifurto e quindi tirarlo aiutandosi con una pinza.

 

Questa particolare foto, scattata all'interno del serbatoio, rende l'idea di come sia posizionato il gruppo pompa carburante all'interno del serbatoio. Con il numero ( 1 ) è indicata la pompa carburante, alloggiata nel suo supporto in gomma e quindi incastrata nell'innesto a molla solidale al serbatoio. Con il numero ( 2) è indicato il cablaggio elettrico di alimentazione della pompa carburante.

La pompa carburante si libera dal suo innesto a molla del serbatoio semplicemente tirandola.

 

Dal buco del tappo carburante, si accede facilmente al filtro carburante. Allentate la fascetta di metallo che trattiene il tubo di raccordo fra il filtro e la linea carburante e quindi sfilatelo dal filtro.

Sganciata la pompa carburante e liberato il filtro, iniziate a farlo uscire dal buco del tappo carburante. Prima di far fuoriuscire il tutto, fate attenzione al cablaggio indicato con ( ! ) che dovrà essere staccato proprio sul limitare dell'uscita della pompa dal buco del tappo.

 

Ecco il gruppo sfilato dal serbatoio:

  1. filtro carburante;
  2. tubo raccordo;
  3. pompa carburante e supporto in gomma;
  4. filtro a reticella.

Smontate il filtro carburante, verificate lo stato della tubazione di raccordo con la pompa e pulite con attenzione il filtro a reticella utilizzando un pennellino, aria compressa a bassa pressione ed un solvente adatto.

 

Dal buco del tappo carburante verificate lo stato delle tubazioni di:

  1. sfiato;
  2. drenaggio;
  3. linea alimentazione.

 

Reinfilate il gruppo pompa-filtro dal buco del tappo serbatoio, collegando il cablaggio pompa carburante appena a misura. Verificate che la freccia presente sul corpo filtro sia rivolta verso la parte anteriore della moto. All'interno del serbatoio, la pompa carburante ed il filtro devono essere fermati a dei sostegni a molla solidali al serbatoio... lo spazio di manovra è veramente poco e nel caso, arruolate la vostra dolce metà e fatela lavorare con le sue manine all'interno del serbatoio!!!! THORATTILA DOCET!!!!

Serrate con cura le fascette di tenuta, del filtro carburante.

 

Prima di riposizionare la flangia di supporto del tappo carburante, passate un velo di grasso al litio sul bordo del buco tappo carburante del serbatoio e sulla zona della flangia che lavora ad incastro con il serbatoio.

Abbiate cura che gli o-ring e le tenute siano in ordine e ben ingrassate.

Aiutandovi con un piccolo giravite, posizionate in modo corretto il labbro di tenuta della flangia. Appoggiate la flangia nel buco, cercando già di posizionarla in modo corretto, del serbatoio e spingete cercando di tenerla il più possibile in piano con il buco stesso. Una volta infilata, avvitate il tappo alla flangia (bastano le due viti anteriori) e verificatene il centraggio, eventualmente piccoli aggiustamenti si possono fare facendola ruotare. Una volta ben centrata smontate nuovamente il tappo e riavvitate i grani di tenuta.

Infine, riposizionate il tappo, e procedete al suo fissaggio, senza dimenticarsi il bullone antifurto!!

al primo riavvio è necessario far girare la pompa per caricarla a modo di carburante, facendo fare due-tre cicli completi di check avviamento. Sentirete il rumore dell'aria che uscirà dalla pompa e che gorgoglia nella benzina del serbatoio. 

La procedura illustrata è stata eseguita dal buon Teobecks sulla sua Ducati ST2. Lo stesso iter è praticabile, fatte le dovute differenze fra le sovrastrutture da smontare (primo fra tutti il serbatoio) e le dimensioni e forma della flangia, a diversi modelli di Ducati che hanno il caratteristico gruppo flangia/pompa calettato sul fondo del serbatoio.
   
Prima di eseguire questa operazione è importante avere il serbatoio con pochissima benzina dentro, un recipiente con una capacità di almeno 5 litri (considerando la riserva di 4 litri dovrebbe essere sufficente) e carta assorbente.

Sollevare il serbatoio dopo aver rimosso la plastica che circonda il blocchetto dell'accensione e sganciato il fermo in gomma sottostante.
Scollegare il connettore sotto il serbatoio.
Allentare le fascette di tenuta dei tubi benzina.
Ai tubi è, solitamente, allegata una fascetta riportante una M (mandata) e una R (ritorno); è importante non scambiare la posizione dei tubi.

Nota: guradando il fondo del serbatoio come in foto il tubo a SX è la mandata, il tubo di DX e il ritorno.

Scollegate il tubetto di sfiato.

 

 

 

Ora è possibile staccare il serbatoio dalla moto. Sfilate la forcina di fermo facendo attenzione alla rondella che è posta dietro; ora sfilate il perno tenendo sollevato in modo sicuro il serbatoio.

 

 

 

Con l'ausilio di una chiave a brugola svitate la vite posta nel punto più "basso" del serbatoio, che altro non è che un vero e proprio tappo di scolo.

 

 
   
Dopo aver svuotato il serbatoio, svitate i 3 dadi del gruppo pompa, sui restanti 3 fori filettati avvitate altrettante viti M6.
Stringete le viti M6 un po' alla volta in maniera uguale, facendo così il gruppo pompa si estrarrà in modo lineare senza "impuntamenti".
 

 

 

Sfilate tutto il gruppo dopo aver scollegato i 2 tubi di sfiato che salgono fino al tappo e il connettore del galleggiante.

 

 

Allentate la vite che blocca la fascetta attorno al filtro benzina. Svitate le viti dei tubi in ingresso e uscita del filtro, rimuovetelo e sostituitelo con il nuovo ricambio avendo la cura di rispettare la freccia che indica l'uscita dal filtro stesso. Stringete la fascetta di plastica attorno al filtro.

 

Ricollegate i tubi al filtro e stringete bene le fascette. Prima di riposizionare il gruppo all'interno del serbatoio passate l'o-ring della flangia con del grasso e riposizionate i tubi di sfiato che vanno al tappo.

Serrate bene le fascette. Collegate il connettore del galleggiante.
Prima di chiudere controllate più volte di aver stretto a dovere tutte le fascette, meglio essere sicuri piuttosto che avere dubbi e dover smontare tutto di nuovo.

Verificate lo stato dell'o-ring della pompa carburante. Se allentato, deformato o schiacciato 

Infilate tutta la flangia nel serbatoio premendo in modo uniforme x favorire il posizionamento.

Avvitare le viti di bloccaggio della flangia.
Applicate del frenafiletti e sostituite la guarnizione di rame, oppure applicate del sigillante/frenafiletti alla vite che fa da tappo in fondo al serbatoio e stringete bene.

Ora è possibile riposizionare il serbatoio sulla moto, infilando il perno e la forcina di fermo.

 

Collegare i tubi benzina, il tubo di mandata (M) va sul tubetto di SX mentre quello di ritorno (R) a DX, e il connettore sotto il serbatoio.
In questa fase prestate attenzione a infilare i tubi benzina ben infondo e di serrare le fascette per bene onde evitare che i tubi si stacchino.

Versate un po' di benzina nel serbatoio e attivate la pompa un paio di volte girando la chiave nel blocchetto di accensione e attendendo che la centraline finisca il suo "check". Accendete la moto e verificate che nn vi siano perdite.

 

Come anticipato, questa guida per la serie ST è altresì applicabile a tutte le moto che hanno la flangia pompa calettata sul fondo del serbatoio: Ducati SBK, Multistrada, Monster (Monster con serbatoio in plastica e New Monster), Hypermotard, ecc. che possono presentare piccole differenze a livello di flangia, ma sostanzialmente la procedura rimane la stessa.

 


Ecco qui il gruppo pompa di una 749-999 smontato: cambia qualche particolare ma sostanzialmente si procede allo stesso modo...

 

 

Instagram logo
TOP

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookies Policy.